Home   Cinema    Rassegne    Buio in sala    BUIO IN SALA 2010 // Formato famiglia

Cinema

Buio in sala

BUIO IN SALA 2010 // Formato famiglia

Luogo delle origini e della crescita, matrice dell’identità, focolare di affetti e valori, area di sicurezza e di forza ma anche di conflitti e passioni, riparo o prigione: entità storica e mitica, la famiglia è quanto abbiamo di più privato e di più pubblico, spontaneo e regolato da leggi, naturale e culturale insieme. Apparentemente immobile e invece profondamente collegata alla società, ne riflette i cambiamenti e al tempo stesso li promuove. Come una sonda, il cinema ne coglie da sempre le  contraddizioni, le inquietudini, le trasformazioni. E la psicoanalisi?

  

Buio in sala accende una luce. Prova a mettere a fuoco alcune questioni attraverso una scelta di film nei quali, fatta eccezione per il primo, la famiglia è protagonista indiretta, personaggio di sfondo e non programmatico oggetto di indagine. Nove film, nove analisti, un solo tema, un’infinità di spunti. Ogni famiglia infelice è infelice a suo modo, diceva Tolstoj, mentre le famiglie felici non hanno storia. E’ proprio vero?

 

 

PROGRAMMA

 

Venerdì 22 ottobre ore 21.00
I Tenenbaum di Wes Anderson (Usa 2001, 109')
Dal matrimonio di Royal ed Etheline Tenenbaum, newyorkesi della classe alta, sono nati tre bambini prodigio. Dopo anni, i fratelli ormai adulti si ritrovano nella casa di famiglia. L’occasione è il ritorno di Royal, forse gravemente malato, nel momento in cui Etheline sta per risposarsi. Un irresistibile Gene Hackman per un film che è diventato di culto. - See more at: http://www.stensen.org/?p=2779#sthash.vjVc1KM6.dpuf
Interviene: Amedeo Falci 
 
Domenica 24 ottobre ore 21.00
Non pensarci di Gianni Zanasi (Ita 2007, 109')
Chi fa ritorno in famiglia contando di trovare un porto sicuro può avere delle sorprese: capita al protagonista, chitarrista in crisi professionale e sentimentale, che lascia Roma per la nativa Rimini. Mastrandrea e Battiston si confermano attori di talento nell’interpretare rispettivamente la parte del fratello che se ne è andato e di quello che invece è rimasto: ma non basta partire come non basta restare per trovare il proprio posto nel mondo. 
Interviene: Giuseppe Saraò
 
Venerdì 29 ottobre ore 21.00
Il tempo che resta di Francois Ozon (Fra 2005, 85')
Un affermato fotografo scopre di avere pochi mesi di vita e cerca il suo modo per congedarsi dal mondo. Film discusso, ma impeccabile e di grande successo in Francia. Aldilà dell’omosessualità, della famiglia e della morte, mette in scena la solitudine in un'atmosfera sempre più rarefatta. 
Intervengono: Gemma Trapanese e Sarantis Thanopulos
 
Venerdì 5 novembre ore 21.00
About Elly di Asghar Farhadi (Ira 2009, 119')
Dalla Germania, Ahmad fa ritorno in Iran. Gli amici organizzano un fine settimana sul Mar Caspio. Nel clima di crescente euforia, la catastrofe è in agguato. Intenso e tragico, un film fra i più interessanti degli ultimi anni. Orso d'Argento per la Regia. 
Interviene: Gino Zucchini
 
Domenica 7 novembre ore 21.00
Affetti e dispetti (La Nana) di Sebastian Silva (Cil/Mex 2009, 95')
Raquel lavora da anni come tata presso la famiglia Valdés. Con tenerezza e senso dell’umorismo il regista cileno compone un ritratto femminile che invita a riflettere sulla condizione di chi dedica la propria vita a crescere i figli o a badare i genitori degli altri.
Interviene: Elisabetta Bernetti
 
Venerdì 12 novembre ore 21.00
Stella di Sylvie Verheide (Be 2008, 102')
Parigi 1977. Stella cresce in un equivoco bar di periferia. Ammessa a una scuola prestigiosa, trova un’amica. Scopre che la cultura può essere un’opportunità e la scuola un universo dotato di senso. In Italia il film è stato vietato ai minori di quattordici i quali al contrario andrebbero obbligati a vederlo. 
Interviene: Sandra Maestro
 
Domenica 14 novembre ore 21.00
Little Miss Sunshine di Jonathan Dayton, Valerie Faris (Usa 2006, 101')
Una bambina dagli enormi occhiali sogna di diventare reginetta di bellezza. La famiglia al completo sale su un vecchio pulmino per raggiungere la California e il finale della competizione. Squisita commedia sulla stravaganza delle relazioni umane e l'assurdità di un sogno americano.
Interviene: Irene Ruggiero
 
Venerdì 19 novembre ore 21.00
Non desiderare la donna d'altri di Susanne Bier (DK 2004, 110')
Due fratelli. Michael, militare con una bella moglie e due bambine. Jannik, uno scapestrato. Partito per l'Afghanistan, Michael è dato per morto mentre Jannik si occupa con affetto e responsabilità della sua famiglia. Poi Michael torna a casa e la crisi è inevitabile. 
Interviene: Antonello Correale
 
Domenica 21 novembre ore 21.00
Brothers di Jim Sheridan (Usa 2009, 108')
Versione americana del film danese Non desiderare la donna d'altri, concentra il fuoco sul disturbo post traumatico da stress. Magistrale interpretazione di Tobey Maguire, reduce squilibrato a un passo dal suicidio. 
Interviene: Mario Rossi Monti
 
 
 
 
PREZZI
 
Intero: € 6
Ridotto: € 5 (Studenti, Soci CPF)
Abbonamento 5 film: € 25 (non nominale, valido fino all'esaurimento dei posti)
Abbonamento intera rassegna: € 39 (nominale, posto assicurato)
 
A cura di:
 
STENSEN|CINEMA
Viale Don Minzoni 25/g
50129 Firenze
Tel. 055/5535858
e-mail: cinema@stensen.org
Sito web: www.stensen.org
 
CENTRO PSICOANALITICO DI FIRENZE
Sezione Toscana della Societa’ Psicoanalitica Italiana
Stefania Nicasi
Via Francesco Puccinotti 99 - 50129 Firenze
Sito web: www.spi-firenze.it
Nel Centro Psicoanalitico di Firenze è attivo un servizio gratuito di consultazione
Tel. 366 3699 751
e-mail: cpf@spi-firenze.it
 
Grafica di Michele Ruini
Immagine: Lucian Freud - Reflection with Two Children (Self-Portrait), 1965 Oil on Canvas, 91 x 91cm Madrid, Museo Thyssen-Bornemiska