Home   Cinema    Film Database    E l'uomo creò satana

Cinema

Film Database

E l'uomo creò satana

Titolo: E l'uomo creò satana
Titolo originale: Inherit the wind
Anno: 1960
Regia di: Stanley Kramer
Nazionalità: USA
Durata: 134 min.

Sceneggiatura: Harold Jacob Smith, Nedrick Young
Fotografia: Ernest Laszlo
Effetti: Film Effects of Hollywood
Musiche: Ernest Gold
Contatti:
Cast:
Spencer Tracy, Fredric March, Gene Kelly

Indirizzo sito ufficiale :

Note/Curiosità:
Disponibile anche in
Fu un‘estate caldissima quella del Tennesse nel 1925. Insopportabile soprattutto in un paesino di poche anime, Dayton, che visse il suo momento di gloria proprio nella canicola di quei mesi estivi. Era l’ America di 80 anni or sono, l’America della “prosperità dietro l’angolo???, delle gonne che si accorciavano, del listino di Borsa che si allungava, della fede montante nella scienza e della fede calante nella Bibbia: ma era soprattutto l’America che provò a guardarsi dentro, fin nel profondo delle proprie viscere puritane, attendendo l’esito di quello che per tutti era l’ ???Armageddon giudiziario???, il processo del millennio che avrebbe dovuto risolvere per sempre il conflitto tra Dio e scimmie, tra King Kong e Noè, tra evoluzionisti e creazionisti. Protagonista involontario di uno dei primi eventi “mediatici??? della storia americana che richiamò l’attenzione di radio, giornali e che catturò lo spasmodico interesse di un popolo intero, è John Scopes, giovane “Galileo??? insegnante di scienze, accusato di “alto tradimento alla Religione cristiana??? per aver avuto la sfrontatezza di raccontare ai propri alunni l’esistenza di più strade per spiegare la genesi del mondo nel quale viviamo, non ultima quella evoluzionista. Protagonisti “volontari??? saranno invece due vecchi amici-nemici, personaggi illustri, il primo (Spencer Tracy), celeberrimo avvocato con “sanguinose??? battaglie giudiziarie alle spalle che avrà l’arduo compito di difendere il giovane “martire???, il secondo (Frederich March), ex candidato alla Casa Bianca e integerrimo promotore dei valori della Morale cristiana e del creazionismo. La macchina da presa dell’esperto e abilissimo Stanley Kramer ci racconta, regalandoci attimi di intensa drammaticità, il susseguirsi degli eventi all’interno dell’aula giudiziaria. Il messaggio che trasuda in tutta la sua chiarezza dalla pellicola va ben oltre l’importanza simbolica dell’evento che viene narrato: la partita non si gioca soltanto tra il puritanesimo americano e gli “eretici valori??? impostici dal progresso. Kramer non prende esplicitamente le difese di nessuna teoria, di nessun modo di spiegare la storia dell’uomo: la posta in gioco è la libertà di pensare, di comprendere, di “non giudicare???. La vicenda personale dei due attori protagonisti che riescono, nella loro capacità di “umanizzare??? il proprio personaggio, a focalizzare tutta la nostra attenzione sulla forte carica emotiva delle singole situazioni, ci mostra che nella storia molte volte si marca una linea troppo netta tra il Bene e il Male. In una tale prospettiva lo scontro ideologico in cui si snoda il film appare in tutta la sua assurdità e i protagonisti ci offrono la chiave di volta per entrare nel loro intimo più profondo: l’apparente fierezza del diverso si tinge allora di una così forte umana debolezza da trasmetterci un sentimento di sincera “com-passione???. L’emblematico Spencer Tracy dell’ultimo fotogramma del film con in braccio una Bibbia e L’origine delle Specie di Darwin vuole chiudere la questione delle "scimmie contro Dio" una volta per tutte. O così sembrava. Ottanta anni più tardi, negli scorsi mesi, lo stato del Kansas ha reso ufficiale e obbligatorio l´insegnamento della creazione secondo la Genesi come verità scientifica e letterale, escludendo Darwin. Per l’ennesima volta la storia dell’uomo sembra voler bandire una delle più temute “armi di distruzione di massa???, il libero pensiero. Per molti ancora è più facile credere che il sole giri intorno alla terra…cercasi nuovi Copernico disperatamente.

a cura di:
Filippo Lazzerini