Home   Cinema    Film Database    Galapagos


Titolo: Galapagos
Titolo originale: Galapagos
Anno: 1999
Regia di: Al Giddins, David Clark con il commento di Kenneth Branagh/td>
Nazionalità: USA
Durata: 39 min.

Sceneggiatura: Barry & David Clark
Fotografia:
Effetti: F
Musiche:
Contatti:
Cast:

Indirizzo sito ufficiale :

Note/Curiosità:
Disponibile anche in
Splendido documentario girato nelle Galapagos (che significa tartarughe) nel 1999 per the Smithsonian Institution e la Imax ltd., che si avvale inoltre del contributo artistico di Kenneth Branagh, attore inglese famoso per le sue interpretazioni shakespeariane, nelle vesti di narratore. Il film vuole mostrarci luoghi, sia terrestri che sottomarini, mai visti dall’uomo, avvalendosi di speciali attrezzature e macchine da presa studiate per le riprese più difficili anche a profondità elevate. L'arcipelago si estende nell'Oceano Pacifico su una superficie di 50.000 kmq a una distanza di circa 1000 km dall'Ecuador e comprende 13 isole principali, 6 minori e 42 isolotti. Il panorama è brullo e vulcanico, ma possiede una singolare e accattivante bellezza. La cima più alta è il Volc?n Wolf, 1707 m, situato sull'Isla Isabela. Tra i famosi uccelli e animali marini dell'isola si annoverano albatros, pinguini, sule, testuggini(anche di 200 kg), tartarughe giganti, iguane, leoni marini, balene, squali e delfini. L'Ecuador ha rivendicato il possesso delle Isole Gal?pagos nel 1832, solo tre anni prima che il loro più noto visitatore, Charles Darwin, gettasse l'ancora della Beagle, dopo un viaggio durato 5 anni, e facesse ingresso sull'isola e nella storia, teorizzandovi l’evoluzione delle specie. Nel secolo che seguì, le isole furono abitate da pochi coloni e servirono da colonie penali, l'ultima delle quali è stata chiusa nel 1959, anno in cui l'arcipelago venne dichiarato parco nazionale. Originariamente disabitate, nel XVII secolo furono nascondiglio di pirati e nel XIX approdo di navi baleniere. Per circa due secoli le Gal?pagos servirono da covo di bucanieri inglesi e da base per cacciatori di balene e raccolta di carne fresca per i lunghi viaggi in mare sotto forma di testuggini. Fra il 1831 e il 1832 il governo dell’Ecuador impiantò nell’isola di Santa Mar?a una colonia di prigionieri politici e delinquenti comuni, la colonia si estinse completamente nel 1878. Oggi l’arcipelago è in continuo pericolo a causa dei frequenti disastri dovuti al transito delle petroliere, che riversano nei mari il loro carico venefico, mettendo a serio repentaglio la vita di specie molto rare che vivono solo su alcune isole di questo magnifico arcipelago.