Home   Cinema    Rassegne    Cineforum    Chiamarsi Fuori 2006

Cinema

Cineforum

Chiamarsi Fuori 2006

Una rassegna pensata per esplorare in ogni sua forma lo spazio urbano. Un modo diverso per osservare con sguardo attento tutto ciò che risulta marginale nelle cose che ci circondano...

Esperimenti, Visioni, Esperienze. Forme comunicative di marginalità e spazio urbano.

Uno sguardo poliedrico sulle realtà marginali del nostro tempo. Lo spazio urbano e le sue problematicità.
Marginale è ciò che sembra stare fuori dagli spazi consueti ma che torna sempre a bussare alle porte del nostro vissuto. Mettere a fuoco alla giusta distanza, per far emergere ciò che l’orgia comunicativa nasconde o ignora.Programma:
Sabato 13 Maggio
  • Ore 16: Presentazione
  • Ore 16.15: "Aria" di Claudio Noce - Ita 2005, 28 min:
Una fiction girata nel quartiere romano di Tor Bella Monaca. Microdrammi dietro e davanti alle mura che racchiudono una periferia marginale, attraverso lo sguardo di un bambino.

  • Ore 16.55: "Trans:it – La comunità Invisibile" di Bartolomeo Pietromarchi - 40 min:
 
Attraverso la documentazione di oltre cinquanta artisti e progetti emerge un sentire comune che dalla Norvegia alla Turchia, dalla Spagna alla Bulgaria, da Cipro alla Romania restituisce un contesto condiviso dove artista, istituzione e società civile sperimentano nuove relazioni entro cui ricercare forme inedite di convivenza, comprensione e visione dello spazio urbano.
  • Ore 17.50: "Quartiere Impresa" di Roberto Deri - ITA 2005, 7 min:
    Come rigenerare intelligentemente una realtà marginale come il quartiere delle Piagge di Firenze, attraverso la promozione del riciclaggio di vecchi materiali ferrosi grazie alla partecipazione diretta degli abitanti della zona, coinvolti in prima persona.
  • Ore 18.00: "The worker" di David Christensen - 6 min:
    A man is tired of his work, viaggio nell’alienazione da lavoro più pura.
  • Ore 18.10: Incontro con il pubblico
  • Ore 18.30: Intervallo
  • Ore 19.05: "Banlieu" di F. Ferrone, F. Ragazzi, C. Rivière - 30 min.:
    Documentario sulla realtà dei quartieri perfierici parigini, quanto mai necessario alla luce dei recenti eventi che hanno portato alla ribalta il problema della vivibilita’ e della compresenza di diverse "fasce" di popolazione all’interno dello stesso agglomerato urbano.
  • Ore 21.00: "Intervista Ken Loach" - 15 min.:
    Il grande regista scozzese, in un’intervista concessa ad alcuni ragazzi di La Spezia. L’autore spiega alcune idee alla base del suo modo di fare cinema attraverso tematiche a lui care.
  • Ore 21.20: "Meninas de rua" di A. Narese, R. Pereira, M. Ferro - 30 min.:
    Dei 17 milioni di abitanti di São Paulo, Brasile, ben pochi possono dire di non essere mai stati vittime o testimoni di rapine o atti di violenza. Sei ragazze e un "femminello" raccontano la loro vita: i motivi che le hanno spinte in strada, gli espedienti per sopravvivere, i codici di comportamento, la competizione con la polizia, le droghe, ma anche i sogni, l’amore, le speranze, i momenti di allegria.
  • Ore 22.00: "Mattatoio di Dio" di Federico Nobili - 60 min.:
    Lo sguardo profondo di Federico Nobili sulla civiltà odierna, e sulle sue immense possibilità, tra religione e astronomia, filosofia e arte, scienza e storia. Il tutto viaggia sulle contraddizioni del comunicare, vero e ingente problema delle attuali generazioni. Una creazione della Bottega di Musica e Comunicazione di Bologna, ideata da Giovanni Lindo Ferretti.
Dibattito sulla prima giornata di visioni
 
Domenica 14 Maggio
 
  • Ore 16.00: Presentazione
  • Ore 16.10: "Come fossili cristallizzati nel tempo" di Luca Pastore - 42 min.:
    Un documentario su una della più grandi aree dismesse in Italia, vicino a Biella.
  • Ore 17.00: "Trans:it – Rovine per il Futuro" - 45 min.:
    Attraverso la documentazione di oltre cinquanta artisti e progetti emerge un sentire comune che dalla Norvegia alla Turchia, dalla Spagna alla Bulgaria, da Cipro alla Romania restituisce un contesto condiviso dove artista, istituzione e società civile sperimentano nuove relazioni entro cui ricercare forme inedite di convivenza, comprensione e visione dello spazio urbano.
  • Ore 17.45: "Quantize this" di Ogino Knauss- 15 min.:
    Un lavoro sui segni, sui simboli e sulla creazione di immagine derivante dall’esperienza urbana. Progetto del collettivo Ogino Knauss
  • Ore 18.00: "Trans:it – Città Fluide" - 45 min.:
    Attraverso la documentazione di oltre cinquanta artisti e progetti emerge un sentire comune che dalla Norvegia alla Turchia, dalla Spagna alla Bulgaria, da Cipro alla Romania restituisce un contesto condiviso dove artista, istituzione e società civile sperimentano nuove relazioni entro cui ricercare forme inedite di convivenza, comprensione e visione dello spazio urbano.
  • Ore 18.45/19.30: dibattito sulla seconda giornata di visioni
  • Ore 21.00: "Komak" di Danilo Monte - 25 min.:
    Allucinante e scientifica visione di un immaginario mentale sotto effetto della chetamina. Focus sulla radicalità contemporanea, con un protagonista d’eccezione: Alberto Grifi.
  • Ore 21.45: "Journeys" di Vinayan Kodoth - 30 min.:
    Colori, suoni, facce, del pendolarismo di Bombay. Circa 7 milioni di lavoratori che si spostano quotidianamente. L’affollamento produce caos variopinto.
  • Ore 22.30: "I dannati del Kosovo" di M. Collon, V. Stoijlkovi - 80 min.:
    Cos’è successo in Kossovo e quali sono le ripercussioni della Guerra del ’99 su una popolazione stremata dalla Guerra civile e dalla rincorsa verso un benessere e una pace quanto mai lontani.