Home   Cinema    Film    L'ULTIMA PAROLA

Cinema

Film

L'ULTIMA PAROLA

da giovedì 11 febbraio

 

 

L'ULTIMA PAROLA di Jay Roach (Usa 2015, 124')

 

 

La storia di uno dei più grandi sceneggiatori di Hollywood degli anni '50 che vinse due Oscar sotto pseudonimo a causa delle persecuzioni del maccartismo 

 

Se avete visto Vacanze romane già sapete cosa vi aspetta...

 

 

Negli anni '40, Dalton Trumbo (Bryan Cranston) è uno tra gli sceneggiatori più pagati al mondo e scrive i testi di pellicole classiche di Hollywood. Presenza fissa nella scena sociale hollywoodiana, schierato con i sindacati e attivo politicamente per il riconoscimento dei diritti civili e della parità di retribuzione, Trumbo, insieme ai suoi colleghi, è chiamato a testimoniare di fronte al Comitato per le Attività Antiamericane nell'ambito dell'ampia indagine sulle attività comuniste negli Stati Uniti. Trumbo si rifiuta di rispondere alle domande della Commissione: per questo motivo riceve una condanna con arresto in una prigione federale che gli causa, tra le altre cose, anche l’ostilità della potente giornalista anti comunista Hedda Hopper (Helen Mirren). Nei successivi tredici anni, tutte le più importanti produzioni di Hollywood si rifiutano di far lavorare Trumbo, per paura d'essere associate alle sue opinioni politiche, percepite come estremiste. Costretto a vendere la sua casa ed emarginato da amici, colleghi e vicini, Trumbo fatica per mantenere la sua famiglia, scrivendo per lo più film a basso costo, sotto falso nome.